Farmaexplorer.it
XagenaNewsletter
Medical Meeting
Xagena Mappa

Parere negativo del Comitato scientifico dell’EMA su Acrescent, una combinazione di Memantina e Donezepil nella malattia di Alzheimer


Il CHMP ( Committee for Medicinal Products for Human Use ) dell’European Medicines Agency ( EMA ) ha espresso parere negativo riguardo alla combinazione di Donepezil e Memantina ( Acrescent ) nel trattamento della malattia di Alzheimer per la mancanza di dati a sostegno di un reale beneficio clinico.

A supporto della richiesta di autorizzazione, le società produttrici avevano presentato i dati di 7 studi clinici dei quali solo uno aveva dato risultati positivi.

La Memantina agisce bloccando i recettori, denominati recettori NMDA, ai quali si attacca il Glutammato, un neurotrasmettitore.
I cambiamenti nel modo in cui il Glutammato trasmette i segnali all'interno del cervello sono stati correlati alla perdita di memoria osservata nella malattia di Alzheimer, e l’iperattività dei recettori NMDA può causare danno cerebrale o morte dei neuroni. Bloccando i recettori NMDA, la Memantina aiuta a ridurre i sintomi della malattia di Alzheimer.
La Memantina è autorizzata per il trattamento dei pazienti affetti da malattia di Alzheimer, forma da moderata a grave.

Donepezil agisce bloccando l'azione di un enzima che normalmente riduce i livelli di un neurotrasmettitore chiamato Acetilcolina.
I livelli di Acetilcolina sono più bassi nelle persone affette da demenza nella malattia di Alzheimer.
Rallentando la degradazione della Acetilcolina, Donepezil aiuta a ridurre i sintomi della malattia di Alzheimer.
Il Donepezil è autorizzato per il trattamento dei pazienti affetti da forme lievi a moderatamente gravi di malattia di Alzheimer.

Per l’approvazione di Acrescent non sono stati effettuati nuovi studi in pazienti con malattia di Alzheimer. Sono stati presentati i risultati di 7 studi principali, in cui i pazienti ( o un sottogruppo di essi ) avevano ricevuto la Memantina e il Donepezil assieme.
Uno studio principale ha coinvolto 404 pazienti con malattia di Alzheimer moderata-grave che stavano già assumendo Donepezil.
Gli effetti dell'aggiunta di Memantina a Donepezil è stato confrontato con l'aggiunta di placebo per sei mesi di trattamento. L'efficacia del trattamento di combinazione è stata valutata confrontando le prestazioni dei pazienti ai test cognitivi e nello svolgimento delle attività della vita quotidiana. Inoltre, sono state presentate analisi aggregate di diversi studi.

Il Comitato scientifico dell’EMA ha mostrato preoccupazione perché gli studi del dossier di registrazione presentavano risultati negativi ad eccezione di uno studio principale, in cui i pazienti che già assumevano Donepezil hanno presentato miglioramento nei test cognitivi e nelle attività di vita quotidiana, quando la Memantina è stata aggiunta al trattamento con Donepezil.
Tuttavia, a causa del disegno dello studio non è stato dimostrato un chiaro beneficio del trattamento di combinazione, in quanto non ha incluso un braccio di controllo per i pazienti trattati con la solo Memantina.

Il Comitato ha anche notato che uno studio pubblicato non ha mostrato un miglioramento significativo nei pazienti trattati con il trattamento di combinazione rispetto alla sola Memantina.

Pertanto, il CHMP ha espresso il parere che i benefici di Acrescent non superano i rischi e ha raccomandato il rifiuto dell'autorizzazione all'immissione in commercio. ( Xagena2012 )

Fonte: EMA, 2012

Neuro2012 Farma2012


Indietro