OncologiaMedica.net
Neurologia
Ematologia.net
Gastroenterologia.net

Ozempic per il trattamento del diabete mellito di tipo 2 non-controllato in modo soddisfacente


Ozempic è un medicinale antidiabetico utilizzato in associazione a dieta ed esercizio fisico per trattare adulti affetti da diabete mellito di tipo 2 non-controllato in modo soddisfacente.
Ozempic può essere impiegato in monoterapia in pazienti che non possono assumere Metformina ( un altro medicinale antidiabetico ). Inoltre può essere utilizzato in associazione ad altri medicinali antidiabetici.
Ozempic contiene il principio attivo Semaglutide.

Ozempic è disponibile sotto forma di soluzione iniettabile in penna preriempita e può essere ottenuto soltanto con prescrizione medica.
L’iniezione viene effettuata sotto la pelle dell’addome, della coscia o della parte superiore del braccio.
La dose raccomandata di Ozempic è di 0.25 mg una volta alla settimana. Dopo quattro settimane, la dose dovrebbe essere aumentata a 0.5 mg. Se necessario, può essere ulteriormente aumentata fino a un massimo di 1 mg una volta alla settimana.

Il principio attivo di Ozempic, Semaglutide, è un agonista del recettore GLP-1. Agisce in maniera analoga al GLP-1 ( un ormone prodotto nell’intestino ) aumentando la quantità di insulina prodotta dal pancreas in seguito all’ingestione di cibo. In tal modo favorisce il controllo dei livelli di glucosio nel sangue.

Gli studi hanno dimostrato che Ozempic è efficace nell’abbassare i livelli di glucosio nel sangue e nel ridurre il rischio di complicanze per la salute nei pazienti affetti da diabete mellito di tipo 2.
Cinque studi condotti su oltre 4 000 pazienti hanno dimostrato che Ozempic ha abbassato i livelli di emoglobina glicata [ HbA1c; una misura del glucosio nel sangue ] di 1.2-1.8 punti percentuali in un periodo compreso tra 10 e 13 mesi.
In questi studi Ozempic è stato confrontato con altri trattamenti, ossia Sitagliptin, Exenatide e Insulina glargine ( che hanno portato a riduzioni rispettivamente di 0.55, 0.92 e 0.83 punti percentuali ) e con placebo ( riduzioni fino a 0.09 punti percentuali ), dimostrandosi più efficace. Inoltre, i risultati hanno indicato che il trattamento con Ozempic era associato a un benefico calo ponderale.
Un ulteriore studio su oltre 3 000 pazienti diabetici ad alto rischio di problemi cardiaci ha mostrato che, in generale, infarto miocardico, ictus o decesso si sono verificati meno frequentemente nei pazienti trattati con Ozempic ( 6.6% ), rispetto al placebo ( 8.9% ).
Osservando separatamente i tre eventi, un numero inferiore di pazienti trattati con Ozempic ha avuto un infarto miocardico o un ictus, mentre i tassi di decesso per problemi cardiaci erano simili nei due gruppi.

Gli effetti indesiderati più comuni di Ozempic ( che possono riguardare più di 1 persona su 10 ) sono problemi dell’apparato digestivo, quali diarrea, vomito e nausea ( sensazione di malessere ). Questi effetti sono in genere di entità lieve o moderata e di breve durata. È comune ( può interessare fino a 1 persona su 10 ) un grave peggioramento della retinopatia diabetica ( danno alla retina, la membrana fotosensibile presente nella parte posteriore dell’occhio ).

Ozempic ha dimostrato di essere efficace nel ridurre i livelli di glucosio nel sangue. Il trattamento con Ozempic inoltre ha indotto un calo ponderale, il che è considerato un vantaggio nei pazienti diabetici.

Ozempic ha anche dimostrato di essere efficace nel ridurre l’insorgere di gravi complicanze per la salute associate al diabete mellito quali infarto miocardico e ictus.

Per quanto riguarda la sicurezza, è stata considerata in linea con quella di altri medicinali della stessa classe.
Gli effetti indesiderati che interessano il sistema digestivo sono considerati gestibili.
È stato osservato anche un peggioramento della retinopatia diabetica, che sarà ulteriormente esaminato.

L’Agenzia europea per i medicinali, EMA, ha concluso che i benefici di Ozempic evidenziati negli studi sono superiori ai rischi.

Fonte: EMA, 2017

Endo2017 Farma2017


Indietro