Farmaexplorer.it
Xagena Mappa
Medical Meeting
Farmaexplorer.it

Onpattro nel trattamento della neuropatia causata dall’amiloidosi ereditaria mediata dalla transtiretina


Onpattro, il cui principio attivo è Patisiran, è un medicinale impiegato nel trattamento della neuropatia causata dall’amiloidosi ereditaria mediata dalla transtiretina ( hATTR ), una malattia in cui proteine anomale denominate amiloidi si accumulano nei tessuti dell’organismo, compresi i nervi.
Onpattro trova impiego nei pazienti adulti nei primi due stadi della neuropatia ( stadio 1, in cui il paziente non necessita di assistenza per la deambulazione, e stadio 2, in cui il paziente può ancora deambulare ma necessita di assistenza ).

L’amiloidosi hATTR è rara e Onpattro è stato definito come medicinale orfano ( medicinale utilizzato nelle malattie rare ) il 15 aprile 2011.

Il trattamento con Onpattro deve essere avviato e supervisionato da un medico esperto nel trattamento di pazienti affetti da amiloidosi.

Il medicinale è disponibile sotto forma di soluzione per infusione in vena. La dose raccomandata è 300 microgrammi per chilogrammo di peso corporeo una volta ogni 3 settimane.

Al fine di ridurre il rischio di reazioni correlate all’infusione, prima di Onpattro ai pazienti devono essere somministrati medicinali corticosteroidi, Paracetamolo e medicinali noti come antagonisti H1 e H2.
Inoltre, durante il trattamento con Onpattro i pazienti devono assumere integratori a base di Vitamina-A.
Onpattro può essere somministrato a domicilio da un operatore sanitario se il paziente ha ricevuto senza problemi almeno 3 infusioni in ospedale.

Nei pazienti affetti da amiloidosi hATTR una proteina denominata transtiretina che circola nel sangue è difettosa e si scompone facilmente.
Una volta scompostasi, tale proteina forma depositi di amiloide, che si accumulano nei tessuti e negli organi in tutto l’organismo, compresi i nervi, interferendo con le loro normali funzioni.
Il principio attivo di Onpattro, Patisiran, è un RNA interferente breve ( siRNA ), un frammento di materiale genetico sintetico molto breve concepito per legarsi al materiale genetico della cellula responsabile della produzione di transtiretina e bloccarlo. Ciò riduce la produzione di transtiretina difettosa, diminuendo pertanto la formazione di amiloidi e alleviando i sintomi dell’amiloidosi hATTR.

In uno studio principale condotto su 225 pazienti affetti da amiloidosi hATTR con neuropatia allo stadio 1 o 2, Onpattro è risultato più efficace del placebo nel rallentare la neuropatia causata dalla malattia.
Il principale parametro dell’efficacia era la variazione della neuropatia dei pazienti, misurata in base a una scala standard denominata mNIS+7, con punteggi compresi tra 0 e 304 ( un punteggio più alto indica una neuropatia più grave ).
Dopo 18 mesi di trattamento con Onpattro, il punteggio mNIS+7 è diminuito in media di 6 punti ( da circa 81 a circa 75 punti ), indicando un leggero miglioramento della condizione dei pazienti. Con il placebo si è invece verificato un aumento medio di 28 punti ( da circa 75 a circa 101 punti ) indicando che la neuropatia si è aggravata in questi pazienti.

Gli effetti indesiderati più comuni di Onpattro ( che possono riguardare più di 1 persona su 10 ) sono edema periferico ( gonfiore, in particolare alle caviglie e ai piedi ) e reazioni correlate all’infusione tra cui dolore, nausea ( sensazione di malessere ), cefalea, stanchezza, capogiro, tosse e problemi respiratori, arrossamento della pelle, battito cardiaco accelerato, pressione sanguigna bassa o elevata e gonfiore del viso.

Onpattro è risultato efficace nel rallentare la neuropatia di stadio 1 o 2 nei pazienti affetti da amiloidosi hATTR; i dati disponibili non sono stati sufficienti per presupporre un effetto benefico in pazienti allo stadio 3 ( quelli che necessitano di una sedia a rotelle ).
Per quanto riguarda la sicurezza, gli effetti indesiderati più gravi sono le reazioni correlate all’infusione, che possono essere gestite con la premedicazione e le variazioni della velocità di infusione.
Pertanto, l’Agenzia europea per i medicinali, EMA, ha deciso che i benefici di Onpattro sono superiori ai rischi. ( Xagena2018 )

Fonte: EMA, 2018

Neuro2018 MalRar2018 Med2018 Farma2018


Indietro