Farmaexplorer.it
Xagena Mappa
Medical Meeting
Xagena Salute

Angioedema ereditario: Ecallantide nel trattamento degli attacchi acuti


L’angioedema ereditario è un disturbo genetico raro caratterizzato da attacchi acuti di edema della cute e della mucosa, intermittenti e potenzialmente pericolosi per la vita.
E’ stato valutato un nuovo inibitore ricombinante della callicreina plasmatica, Ecallantide, per il trattamento degli attacchi acuti di angioedema.

Uno studio in doppio cieco e controlato con placebo, i pazienti con angioedema ereditario presentatisi con un attacco acuto sono stati assegnati, in un rapporto 1:1, a ricevere Ecallantide per via sottocutanea alla dose di 30 mg o placebo.

Due misure di esito riferite dai pazienti sono state utilizzate per valutare la risposta: i punteggi di esito del trattamento, da +100 ( indicato nel protocollo come miglioramento significativo dei sintomi ) a -100 ( peggioramento significativo dei sintomi ) e il cambiamento rispetto al basale nell’indice medio di gravità dei sintomi, compreso tra +2 ( che indica un cambiamento da sintomi lievi al basale a sintomi gravi in seguito ) a -3 ( cambiamento da sintomi gravi al basale ad assenza di sintomi in seguito ).

L’endpoint primario era il punteggio di esito del trattamento 4 ore dopo la somministrazione del farmaco.
Gli endpoint secondari includevano il cambiamento dal basale nel punteggio medio dell’indice di gravità dei sintomi a 4 ore e il tempo al miglioramento significativo.

In totale, 71 dei 72 pazienti ha portato a termine lo studio.

Il punteggio di esito mediano del trattamento a 4 ore è stato 50 nel gruppo Ecallantide e 0.0 nel gruppo placebo ( P=0.004 ).

Il cambiamento mediano nel punteggio di gravità dei sintomi a 4 ore è stato -1 con Ecallantide versus -0.50 con placebo ( P=0.01 ).

Il tempo stimato per un miglioramento significativo è stato 165 minuti con Ecallantide contro più di 240 minuti con placebo ( P=0.14 ).

Non si sono verificati decessi, eventi avversi legati al trattamento o abbandoni dello studio legati ad eventi avversi.

In conclusione, 4 ore dopo la somministrazione di Ecallantide o placebo per attacchi acuti di angioedema in pazienti con angioedema ereditario, i punteggi di esito del trattamento riferiti dai pazienti e i punteggi medi di gravità dei sintomi sono risultati significativamente migliori con Ecallantide che con placebo.

Cicardi M et al, N Engl J Med 2010; 363: 523-531

MalRar2010 Farma2010


Indietro