Forum Infettivologico
Farmaexplorer.it
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Adtralza a base di Tralokinumab per il trattamento degli adulti con dermatite atopica da moderata a grave


Adtralza, il cui principio attivo è Tralokinumab, è un medicinale impiegato per il trattamento degli adulti con dermatite atopica ( anche denominata eczema e caratterizzata da prurito, arrossamento e secchezza della pelle ) da moderata a grave.
Adtralza è impiegato nei pazienti per i quali il trattamento applicato direttamente sulla pelle non può essere utilizzato o non è sufficiente.

Adtralza è disponibile come soluzione iniettabile sotto la pelle. La prima dose è di quattro iniezioni da 150 mg, ciascuna delle quali deve essere fatta in una sede diversa. Seguono due iniezioni da 150 mg ogni due settimane.

I pazienti con dermatite atopica producono alti livelli di una proteina chiamata interleuchina 13 ( IL-13 ), che può causare infiammazione della pelle determinando la comparsa dei sintomi della malattia, quali arrossamento, tumefazione e sensazione di prurito.
Il principio attivo di Adtralza, Tralokinumab, è un anticorpo monoclonale concepita per neutralizzare l’IL-13. In tal modo, Tralokinumab impedisce l’azione di IL-13, riducendo così l’infiammazione e i sintomi del paziente.

Adtralza è risultato più efficace di un placebo nel ridurre l’entità e la gravità della dermatite atopica dopo 16 settimane di trattamento in tre studi principali su pazienti con malattia da moderata a grave che non avevano risposto in modo soddisfacente al trattamento applicato sulla pelle.
Le principali misure dell’efficacia erano il raggiungimento di una guarigione totale o quasi della pelle e la riduzione del punteggio dei sintomi di almeno il 75%.

Nel primo studio, condotto su 802 pazienti, circa il 16% dei pazienti trattati con Adtralza ha raggiunto una guarigione totale o quasi della pelle, rispetto al 7% di quelli del gruppo placebo. La riduzione dei sintomi è stata soddisfacente nel 25% dei pazienti trattati con Adtralza, rispetto a circa il 13% di quelli del gruppo placebo.

Nel secondo studio, condotto su 794 pazienti, il trattamento con Adtralza ha consentito il raggiungimento di una guarigione totale o quasi della pelle in circa il 22% dei pazienti, rispetto a circa l’11% di quelli del gruppo placebo. La riduzione dei sintomi è stata soddisfacente nel 33% dei pazienti trattati con Adtralza, contro circa il l’11% di quelli del gruppo placebo.

Nel terzo studio, 380 pazienti hanno ricevuto Adtralza o placebo, entrambi in associazione con un corticosteroide topico. Il trattamento con Adtralza ha consentito il raggiungimento di una guarigione totale o quasi della pelle in circa il 39% dei pazienti, rispetto al 26% di quelli del gruppo placebo. La riduzione dei sintomi è stata soddisfacente nel 56% dei pazienti trattati con Adtralza, rispetto a circa il 36% di quelli del gruppo placebo.

Gli effetti indesiderati più comuni di Adtralza ( che possono riguardare più di 1 persona su 10 ) sono infezioni delle vie respiratorie superiori ( raffreddori e altre infezioni di naso e gola ).
Altri effetti indesiderati comuni ( che possono riguardare fino a 1 persona su 10 ) comprendono reazioni nella sede dell’iniezione nonché arrossamento e fastidio a livello oculare.

Tre studi principali hanno dimostrato che Adtralza è efficace nel guarire la pelle e nel ridurre i sintomi della dermatite atopica.
Gli effetti indesiderati sono considerati gestibili.
L’Agenzia europea per i medicinali, EMA, ha deciso che i benefici di Adtralza sono superiori ai rischi. ( Xagena2021 )

Fonte: EMA, 2021

Dermo2021 Farma2021


Indietro